Benvenuto/a nel sito della scrittrice Giovanna Albi.

"Il tempo ritrovato è di gran lunga più piacevole di quello perso" (Cit. di Giovanna Albi)

venerdì 30 agosto 2013

Recensione al testo di Carmen Mari Leopoldo Un amico a motore battente Illustrato da Alessandra Sartoris Lupo editore 2013

Leopoldo. Un amico a motore battente!
Quel libro che non commuove l'animo di un bimbo non è un libro. Il testo di Carmen Mari, spirito poliedrico dalle molteplici attività, dalla scrittura, al teatro, ai viaggi, alla specializzazione in tecniche didattiche e di comunicazione,alla scrittura creativa, mette in gioco tutte le sue abilità , divertendo anche gli adulti che devono leggere ai bambini e dando un nobile insegnamento.
La fine dell'anno scolastico rende triste Leopoldo, uno scolabus magico che vive per i suoi bambini. Come farà a stare senza di loro per tutta l'estate? E una volta trovata la geniale soluzione, come portare in gita la piccola Giulia, la bimba speciale a cui tutti vogliono bene?
Leopoldo attiva la sua parte ingegnosa e creativa e riuscirà con spitito di intrapendenza e di iniziativa a risolvere questi problemi e a creare un circuito di collaborazione attornoa sé, che è poi niente altro che spassionato amore per la causa comune.
 In un libriccino breve adatto a bambini da sei anni in su si può trovare in uno stile chiaro, limpido, accattivante un contenuto istruttivo e dal profondo valore morale: chi si prodiga per gli altri, perché Leopoldo è la metafora dell'uomo ingegnoso ( un Ulisse morale) che si attiva per risolvere le problematiche altrui e risolvendo quelle degli altri risolve se stesso,è senz'altro una chiave di volta per il benessere della società 
Solo attraverso la condivisione della causa si può superare il proprio egoistico tornaconto e immettersi nella grande fabbrica del sociale , attraverso una comunicazione empatica e carica di sentimenti positivi. "Fortuna iuvat audaces" direbbero i Latini: prima di gettare la spugna bisogna tentarle tutte per ritrovare un senso alla propria esistenza che   sta nel darsi gratuito in una sorta di missione di amore. Se la prova d'amore è alta, i bambini si divertono e sanno come trascorrere le vacanze estive senza scivolare nella noia, ma anzi attivandosi insieme al guru Leopoldo per aiutarlo a dare un senso alla sua vita, trovandolo nella motivazione stessa al godimento altrui.
Sicché nasce una fervida collaborazione in cui trova posto anche il sorriso di Giulia, bimba disabile, che viene attraverso il gioco integrata nel gruppo e che può anch'ella toccare con i suoi piedini l'acqua del mare.E torna come d'incanto il mare , elemento primordiale a cui tutti piccoli e grandi aspiriamo tornare, per ritrovare noi stessi, gettando quella "maschera" che la società impone; "maschera" che i bimbi non indossano , compiendo in piena naturalezza i loro gesti più altruistici.
O quanti insegnamenti in un breve racconto, valorizzato non poco dalle splendide illustrazioni di Alessandra Sartoris,spirito duttile ed eclettico, che dice delle sue illustrazioni :" Faccio dell'ironia la miglior compagna di un'immagine...in fondo è bello strappare un sorriso a chi le osserva."Effettivamente le sue illustrazioni strappano non pochi sorrisi, ho sorriso a lungo anche io che sono un'adulta, perché le immagini sono dinamiche e mettono in moto la pulsione creativa di vita, ti sembra di vivere dentro un sogno e ritorni bambino e vorresti che quelle immagini e quelle parole non finissero mai .Dirò di più, il libro è utile anche ai vecchietti,  mia madre di 90 anni finalmente ha sorriso: è malata di alzheimer, ma ha sorriso vedendo lo scuolabus Leopoldo in immagine e i castori  e il cane e Osvaldo con le sue biciclette. i bambini che balzano sulla macchina in una catena di umana solidarietà. Complimenti all'autrice , all'illustratrice, a Lupo editore per questo libro utile a tutte le età , per far rivivere il" fanciullino" dentro di noi, quello che ingrandisce per poter ammirare e rimpicciolisce per poter analizzare.